Top
  >  Cibo italiano   >  Il Tiramisù. Da dove viene il nome del più famoso dolce italiano?

Non importa dove vai, quando parli dell’Italia, accanto alle solite parole “pasta”, “pizza”, “mozzarella” ed “espresso” c’è un’altra parola che gli stranieri conoscono molto bene ed è “tiramisù“. Sì, perché questo delizioso dessert a strati è forse il dolce italiano più famoso nel mondo e sicuramente appare nei menu di ogni ristorante italiano nel mondo.

La storia

Insomma, tutti lo amano e tutti ne cercano la ricetta, basti pensare che nel 2016 è stata la parola legata al cibo più cercata su Google in Italia. Ma ti sei mai chiesto dove sia nato questo delizioso piatto dal nome così speciale?

Visto il successo del tiramisù, come ci si aspettava, sono in molti a pretendere di essere gli autori del più popolare dolce con mascarpone e caffè..

  • La zuppa del Duca di Siena nel XVII secolo. Alcuni lo fanno risalire al XVII secolo a Siena: in occasione della visita del Granduca di Toscana Cosimo III de’ Medici, sembra che i pasticceri della città avessero deciso di rendergli omaggio con un dolce fatto apposta per lui. Fecero poi una torta al mascarpone e caffè, che fu chiamata “zuppa del duca” in onore di Cosimo. Anche se questa è senza dubbio una storia poetica e affascinante, sembra molto improbabile che in un periodo così remoto savoiardi e mascarpone possano essere stati trovati nella città toscana.
  • Il ristorante El Toulà a Treviso. Sembra che le origini del nostro amato tiramisù si trovino nel nord-est dell’Italia in un’epoca molto più vicina a noi. Le sue culle più papabili sarebbero, infatti, il Veneto o il Friuli in un periodo compreso tra il 1935 e il 1960. Una teoria abbastanza affidabile è che il tiramisù sia nato a Treviso. Il primogenito di questo dolce, nato intorno agli anni sessanta come variante appetitosa della zuppa inglese, è la disputa tra i ristoranti “El Toulà”, “Al Fogher” e “Le Beccherie”.
  • Le origini del Friuli. Nel libro Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato, presentato nel 2016 al Salone del Libro di Torino, i due giornalisti gastronomici Clara e Gigi Padovani ripercorrono le origini del tiramisù tra Pieris di San Canzian d’Isonzo, in provincia di Gorizia, e Tolmezzo, vicino a Udine.
Tiramisù – Freepik

E perché si chiama tiramisù?

Ma la domanda che tutti ci siamo posti almeno una volta è: perché il tiramisù si chiama così? Sembra che il nome sia dovuto al suo alto valore energetico – il tiramisù è una bomba calorica, e questo non sfugge a nessuno. Ma c’è anche chi dice che il nome era originariamente inteso in una chiave più maliziosa, riferendosi ai suoi presunti effetti afrodisiaci. Qualche cucchiaiata di questo sorprendente dessert è stata suggerita per “animare” (per tirare su, per sollevare) e per affrontare i piaceri della camera da letto.

Ecco una ricetta del Cucchiaio d’Argento

Ingredienti:

  • 400 g di mascarpone
  • 200 g di savoiardi
  • 150 g di zucchero a velo
  • 200 g di cioccolato amaro
  • 4 tuorli d’uovo
  • 2 albumi d’uovo
  • 3 tazze di caffè ristretto
  • cacao amaro in polvere

Preparazione per 6 porzioni

  1. Per fare il tiramisù, iniziare con la crema di mascarpone. Dividere i tuorli dagli albumi e, in una ciotola, sbattere gli albumi a neve ferma.
  2. Mescolare i tuorli d’uovo e lo zucchero in un’altra ciotola, impastare a lungo con una frusta fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  3. Incorporare delicatamente il mascarpone al composto.
  4. Aggiungere gli albumi al composto, montati a neve.
  5. Coprire il fondo di un piatto rettangolare dai bordi alti con uno strato di savoiardi e coprire accuratamente con il caffè; in alternativa, immergerli delicatamente nel caffè senza inzupparli troppo prima di metterli nel piatto.
  6. Coprire lo strato di savoiardi con uno strato di crema al mascarpone e cospargere con un po’ di cioccolato in polvere. Ripetere la stessa azione fino ad esaurimento degli ingredienti, finendo con uno strato di mascarpone cosparso di cacao amaro in polvere.
  7. Mettere la torta in frigorifero per circa tre ore.

Potresti anche essere interessato a:

Fonti:

Photo Credit:

Comments:

  • Giugno 30, 2020

    Gracias por la receta y la historia de la misma, desde Corrientes, Argentina.👏👋🇮🇹☕

    reply...

post a comment

×

Ciao! 👏

Bienvenid@ a Italiano al Caffè cuentame como puedo ayudarte...

×
Close Bitnami banner